Voti: 0 - Media: 0

Gravidanza: Quali E Quante Ecografie


Il numero delle ecografie è uno di quei temi oggetto di numerose discussioni. In linea di massima la regola è che nel corso dei nove mesi si dovrebbero eseguire tre ecografie:

  1. Ecografia del PRIMO TRIMESTRE o OSTERTRICA: Esame da eseguire dalla 6° alla 12° settimana. E' utile per accertare la gravidanza in utero, eseguire una corretta datazione della gravidanza, diagnosticare eventuali gravidanze multiple, valutare eventuali anomali anatomiche dell'utero, oppure eventuali distacchi amniocoriali;

  2. Ecografia del SECONDO TRIMESTRE o MORFOLOGICA: esame da eseguire nel periodo compreso tra la 19° e la 23° settimana. E' utile per valutare la normalità delle priniciapli strutture anatomiche fetali. cranio, ventricoli cerebrali, cervelletto, cisterna posteriore, orbite, torace, cuore, diaframma, stomaco, reni, vescica, colonna verterbale, posizione della placenta. Inoltre attraverso l'esame morfologica si inizia a valutare la biometria cioè l'analisi delle misure del feto;

  3. Ecografia del TERZO TRIMESTRE o BIOMETRICA: esame da effettuare tra la 31° e la 34° settimana. Utile per diagnosticare attraverso alcuni parametri biometrici la regolarità della crescita fetale e la sua simmetria al fine di escludere ritardi di crescita. Si valuta la posizione della placenta, la presentazione del feto e il suo peso approssimativo.

  4. FLUSSIMETRIA: si esegue dalla 32° settimana fino al termine della gravidanza. Si eseguo a vescica vuota, con un ecografo dotato di ecocolor doppler. La sua esecuzione, che prende di solito dai 15 ai 30 minuti, non è fastidiosa.e serve per valutare la qualità dell'irrorazione ematica dei distretto cranico e addominale del feto. Lo scopo è di individuare precocemente l'insorgenza di una ipossia cronica nel feto e di scongiurare l'insorgenza di una condizione di asfissia e di danno ipossico ischemico cerebrale.


Commenta!

Clicca per votare
Commento